04 mar 2015

Immobildream: vessatemente, vessatoriamente vessatorie?!

SEO O SSC: "Solite" strategie di comunicazione? Intellettualmente vessatorie!


03 mar 2015

Ricordi da Mafia Capitale, quadrante est e "Vaticano".

La magistratura e gli storici faranno il loro lavoro... E i cronisti, gli attivisti fanno pure il loro dovere!

Responsabilità politiche, morali, penali a parte... Tralasciando ogni "mondo di sopra" e di tre quarti mossi da sani interessi giudiziari, dal voler fare il proprio lavoro fino in fondo... Oppure strumentalizzazioni di poveri cronisti precari per spianare, modellare percorsi professionali "Oscuri". Giornalisti che si prestano a sistematica destabilizzazioni, magari inconsapevolmente , tutti presi dalla perenne ricerca della verità! Chissà...

Comunque di seguito un altro re-post sul mondo di "mafia capitale", sulle fondazioni, connotate da tratti della criminalità organizzata o meno, le associazioni, le cooperative speciali che gestiscono il "business" degli svantaggiati, rifugiati e migranti in difficoltà per primi.

Il primo articolo, nell'immagine di seguito (Cliccateci sopra per visualizzazione a schermo intero), era stato pubblicato sul free press locale "La Fiera dell'est nel 2010. Il secondo è uno "stralcio" tratto da "Il Mattino". Per approfondire ulteriormente la vicenda dell'arciconfraternita c'è anche quest'articolo del Manifesto con le dichiarazioni di uno dei protagonisti, monsignor Pietro Sigurani.



 http://www.ilmattino.it/PRIMOPIANO/CRONACA/mafia-capitale-commercialista-del-clan-nella-fondazione-umanitaria/notizie/1060813.shtml (...) IL CAMBIO AL VICARIATO La cupola di Mafia Capitale, si pone il problema di spartire gli appalti per la gestione degli immigrati con cooperative legate al mondo cattolico. Odevaine, membro del Tavolo nazionale sui rifugiati, ha modo di orientare alcune scelte, e si lamenta. Odevaine: «In Vicariato non sono proprio felici di loro due, Francesco e Tiziano... stranamente si è un po’ confidato con me Don Andrea dicendomi ”io non so neanche se faccio bene a parlarti o no, però il cardinale è molto molto seccato”. Insomma non so bene, perché poi questi non fanno mai niente per caso, no?» Il riferimento è a Tiziano Zuccolo, camerlengo dell’Arciconfraternita del santissimo sacramento e di San Trifone, lo stesso che nel settembre del 2013 aveva assicurato proprio ad Odevaine che per sbloccare un appalto aveva deciso di fare «un passaggio alto, ma proprio alto...». «Francesco - risponde Odevaine ah che ti frega, tanto poi che ti frega tanto sto Cardinale ora se ne va in pensione, ci mettiamo un altro che diciamo noi!”... Perché loro (il riferimento sembra essere ancora a Salvatore Buzzi ndr) finché c’era Ruini c’avevano questo rapporto stretto, facevano come gli pareva, adesso non è proprio più così». (...)

23 feb 2015

CortoPost: Carlino la storia di Belen, e "vessatorie" confusioni

Il gossip, con diversi livelli di rilevanza penale e pubblico interesse, purtroppo fa parte degli "stati paralleli", che sono mondi paralleli in cui risiede anche il male dentro di noi è racchiuso, il mondo " di mezzo, di sotto, di sopra e di tre quarti", "La Repubblica dei Pomodori".

Spesso molti si chiedono chi sia la ragazza bionda nei famosi spot di Roberto Carlino dell'Immobildream, ci si chiede se sia così abbronzato per far parlare di sè, non importa se male o bene...


E adesso, dopo la recente intervista al programma radiofonico, non nominanto (per non fargli troppa pubblicità) in questo articolo ma già menzionato sulle pagine virtuali di questo blog, si enfatizzano le parole non "vessatorie" di Belen, e non le sanzioni all'azienda per le clasusole vessatorie... Giusto per confondere un po' le idee!

"Flasshato" reporter e filologo, dall'Agenzia Ansia

10 feb 2015

Camorra Capitale: Domenico Pagnozzi e "Mafia Capitale"

In corso arresti, perquisizioni e sequestri "preventivi" per circa 10 milioni di euro dei carabinieri in tutt'Italia richiesti dalla DDA, nell'ambito di un'operazione soprannominata "Tulipano": 
dalla Sardegna alla Sicilia, circa 60 persone sono state colpite da un'ordinanza di custodia cautelare per un associazione di stampo mafioso, con base a Roma sudest, accusata di usura, estorsioni, traffico di droga, reati contro la persona, concorrenza illecita esercitata con minacce e violenza, riciclaggio e reinvestimento di fondi "neri" e detenzione irregolare di armi.

CLICCA SULL'IMMAGINE PER INGRADIRE L'ARTICOLO DI REPUBBLICA

 

Il vertice dell'associazione sarebbe il capoclan, originario del comune campano di San Martino Valle Caudina, Domenico Pagnozzi, già detenuto (e dete"noto") al 41 bis per l'omicidio di un altro boss romano, considerato l' "erede" della Banda della Magliana con la sua Banda della Marranella, e che nell'ambiente criminale sarebbe conosciuto come "O' Professore" e "Ice". Come si vede dall'articolo in foto, per quell'evento è stato condannato anche un altro "protagonista" dell'inchiesta di Mafia Capitale, Michele Senese che in quell'occasione voleva "vendicare" l'omicidio di suo fratello.
       Coinvolto sia nell'operazione di oggi che in "Mafia capitale" c'è anche un altro personaggio di estrema destra: Massimiliano Colagrande.
CLICCA SULL'IMMAGINE PER INGRANDIRE L'ARTICOLO

09 feb 2015

Cerroni e Colari in Russia

Manlio Cerroni, figura centrale della gestione dei rifiuti a livello mondiale, è stato menzionato più volte sulle pagine virtuali venate di rosso pomodoro.
 Analizzando le statistiche del blog sembrava esserci una certa attenzione verso gli articoli riguardanti Cerroni da siti dell'est Europa e dalla Russia... Per questo nel collage in calce al post, utilizzato originariamente in un altro articolo, ci sono dei riferimenti "anarco-capitalisti"....
E infatti è di pochi giorni fa la notizia che gli impianti della COLARI "made by Cerroni" saranno i primi inceneritori, in assoluto, in Russia, come riportano le principali cronache nazionali

06 feb 2015

Ricordi di Mafia capitale: le "emergenze" immigrati e il piano freddo

Le strutture per disagiati e senzatetto sono svariate: molte di queste saranno legittime, altre potrebbero connesse all'orbita del "mondo di mezzo" o comunque "truffaldine". 

Si è parlato infatti di piano freddo  anche nell'ambito di "mafia capitale",

Ricordi di mafia-capitale: droga a Tor Bella Monaca

Nel 2010 durante la mia "fase" di aspirante giornalista realizzai un servizio per un giornale locale, dedicato a quello che era l'ottava municipalità, intitolato "La Fiera dell'est".
Si parlava in generale del variegato mercato della droga di Tor Bella Monaca, che almeno allora sembrava rifornire soprattutto altri spacciatori...
Ripropongo questo servizio di seguito, in quanto menzionava alcuni personaggi ed eventi che, con l'inchiesta sul "mondo di mezzo" di Carminati, meritano di essere analizzati. Si parlava già di Michele Senese, ma anche del figlio Vincenzo,

29 gen 2015

Immobildream: dalle clausole vessatorie ai sogni...

La periferia romana è uno dei luoghi simbolo della giovane e bistrattata Repubblica, e Roberto Carlino è uno di "quei costruttori" che ha dato un contributo determinante per plasmarla... Ancora una volta, dopo la vicenda poco chiara portata a galla dall'autore di questo blog e da quello che era il "WWF Borghesiana", la compagnia Immobildream è al centro di critiche e lamentele di clienti arrabbiati, questa volta perché sanzionata dall'authority della concorenza: avrebbe introdotto delle clausole vessatorie in alcuni contratti, e la società avrebbe "ovviamente" annunciato ricorso...
Per approfondire la vicenda, oltre a dare uno sguardo alle immagini di seguito, si può leggere un post su un procedimento amministrativo simile, terminato con una condanna del Consiglio di Stato per pubblicità ingannevole.




clicca sull'immagine per ingrandire


18 nov 2014

Basf in via di Salone: dagli anni '50 alle ultime indagini

Comunemente viene chiamato "inceneritore", l'impianto della multinazionale tedesca a Roma est. Nell'ultimo anno ci sono state varie azioni della magistratura, culminate con l'iscrizione nel registro degli indagati di dieci persone tra cui, secondo le cronache giudiziarie, ci sarebbero anche dei funzionari della Provincia oltre che rappresentanti della Basf e di altre compagnie che effettuavano analisi chimiche. Sarebbero accusati di traffico di rifiuti e inquinamento di falde acquifere.
foto di Paolo Maria Addabbo