08 feb 2015

Lettera allo Stato Italiano: Minacce dalle "fogne" o cronache che si autoavverano?!


A tutte le istituzioni e tutti i cittadini, attenti a temi come l'estremismo e a cui sono cari la Repubblica e lo status democratico raggiunto(anche se la democrazia è qualcosa a cui si tende "infinitamente" e, a quanto ne so, non si raggiunge mai completamente), seppur con tutte le contraddizioni insite nella natura in generale, e non solo nella specie umana... Il potere, piccolo e grande, che ci fa andare fuori di testa...

Si sà: quando si è profondamente e radicalmente populisti, solitamente di estrema destra ma ovviamente non unicamente, si pensa di essere coraggiosi e "duri", e nella mia adoloscenza sono stato anche io "travolto" da svariate idee populiste...

Ma alla fine, questi personaggi, non sanno cosa significa "lealtà", non comprendono l'espressione "ragionamento logico", anche se alcuni di loro sono molto astuti, infidi, paranoici ma al tempo stesso raffinati teorici del "complotto", della destabilizzazione... Vado al dunque:


Di seguito uno "scambio" di battute tra il mio e un profilo twitter apparentemente "anonimo" intitolato @mafiacapitale . Sarà un grande equivoco, magari anche lui/lei è un giornalista precario un po' sotto stress... Comunque:
Ma non è  l'unica cosa.
Mentre scrivevo per post riguardanti alcune aziende costruttrici, e di un altro in particolare che riguarda il mondo del neonazifascismo (che non ho finito ma di cui si trova un'anteprima a questo link http://www.freezepage.com/1423064118WXUUAPLNCT ) ho ricevuto anche una mail "strana", di cui per adesso oscuro i dati personali.

Il mittente è un ragazzo che anni fa "casualmente" spuntò su uno dei luoghi di lavoro "temporanei" che, come uno scriba contemporaneo neo-orwelliano, ho svolto negli ultimi due anni. E che adesso mi invia mail, ossimoricamente, mi sembrano tanto ambigue quanto chiare e dallo stile di "cosaccia loro". Ma magari sarà un altro dei tanti equivoci, come questa intera vita e questo mondo, questa natura, fondati sull'infame potere e non la solidarietà




Aggiungo che, tra le varie minacce "legali" (più o meno vaghe e a buona o cattiva ragione)una mi era stata fatta da un ex terrorista, menzionato in vari post del mio blog, ma che come ho spiegato è stato assolto in secondo grado riguardo al caso "Militia".

Comunque non ci sono minacce legali o fisiche che tengano, velate o esplicite, e anzi vado col prossimo post. Ho paura ma non sono un codardo, non mi nascondo dietro giochi infidi.

Grazie per l'attenzione a un partigiano della verità senza tinte bianche, rosse o nere molto accese!

Paolo Maria Addabbo,giornalista pubblicista precario e autore di "La Repubblica dei Pomodori"
Amsterdam 08/02/2015

Nessun commento:

Posta un commento